Cremonese, esonerato Mandrolini

La Cremonese ha esonerato Andrea Mandorlini. Il tecnico è stato sollevato dall’incarico dopo il pari di Verona: l’idea del presidente Arvedi è quella di affidare la panchina a Cesare Prandelli.

Un altro pareggio, il sesto in campionato ed il digiuno di vittorie iniziato dal 26 settembre: la Cremonese non è ancora riuscita ad ingranare in Serie B.Napoli Prandelli allenare azzurri

La squadra ccupa mestamente la dodicesima posizione nonostante le premesse positive di inizio stagione. Sul campo del Verona è arrivato un 1-1 che è risultato fatale per Andrea Mandorlini, a cui è stato dato ufficialmente il benservito:

“L’U.S. Cremonese comunica di aver sollevato l’allenatore Andrea Mandorlini dalla guida tecnica della prima squadra. Proprietà e società ringraziano il signor Mandorlini e il suo staff per il lavoro svolto con impegno e professionalità sin dall’arrivo a Cremona e augurano loro le migliori fortune per il prosieguo della carriera”.

Il 24 aprile il tecnico aveva sostitutito Attilio Tesser, conducendo i lombardi alla salvezza nelle ultime gare in cui era stato chiamato a prendere le redini della squadra.

Secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’ in lizza pr il posto sarebbero Nicola, Rastelli, Iachini, Di Carlo, Baroni, Cosmi e Bollini, anche se c’è una suggestione niente male che ha preso piede nelle ultime ore. Questa porta il nome di Cesare Prandelli, che da quelle parti è di casa.

L’ex ct, infatti, è cresciuto nelle giovanili della Cremonese, nel 1974 ha infatti esordito anche in prima squadra dove rimase fino al 1978, quando venne ceduto all’Atalanta.

L’ex ct azzurro è libero dallo scorso 19 gennaio, quando venne annunciato il suo divorzio dall’Al-Nasr di Dubai. Il patron Arvedi è pronto a telefonarlo. Prandelli però in queste ore potrebbe ricevere anche una chiamata dalla Serie A.