Bologna, Inzaghi: “In Europa tra qualche anno, Saputo il presidente che vorrebbero tutti. Su Palacio…”

Filippo Inzaghi, allenatore del Bologna, ha parlato ai microfoni di Rai Sport. Ecco le sue dichiarazioni: “A Bergamo per me è stata un’avventura straordinaria e ogni volta che torno lì la gente mi fa venire la pelle d’oca. Ricordo che Fortunato mi dette la fascia per vincere la classifica cannonieri da capitano”.

Su Mondonico: “Vengono i brividi, mi manca molto: è una persona che mi ha dato tanto. Prima della partita dirò ai miei di fare una grande partita”.

Su Palacio: “In questo momento per noi è fondamentale e spero che possa segnare davanti al proprio pubblico”.

Sul fratello: “Il fatto che allenasse i ragazzi mi ha spinto a prendere la decisione, adesso che alleniamo entrambi in A è una bella favola”.

Su Saputo: “Il presidente che ognuno sogna di avere. Mi chiama solo nei momenti complicati, per darmi la carica. Ai miei chiedo sempre di giocare liberi, perché è sempre una partita di calcio”.

Sulla fede: “Per me è importante. Credo e nel mio piccolo provo a dare una mano a chi ha bisogno”.

Sull’Europa: “Abbiamo questo obiettivo ma dobbiamo essere realisti. Però spero di far tornare a sognare questa città, tra qualche anno”.