Inter-Genoa, le probabili formazioni: il Ninja c’è ma solo in panchina

| 03/11/2018 07:59

Inter-Genoa, le probabili formazioni

Inter-Genoa oggi alle 15.00. A San Siro ancora tutto pieno. Piatek e Suarez si assomigliano poco, Genoa e Barcellona ancora meno. Diversi anche obblighi e responsabilità di fronte al match: l’Inter deve vincere la tappa di avvicinamento, mentre battere il Barcellona sarebbe un regalo, quasi inatteso. La classifica nerazzurra non lo impone, accontentandosi anche di un pari. Quella di oggi non sarà una prova generale di Champions: no ai costumi, l’Inter ci verrà vestita casual.

La squdra di Juric non ha mai vinto, ma come riportato da La Gazzetta dello Sport, è l’unica ad aver strappato punti alla Juveepochi giorni fa ha fatto soffrire il Milan. Piatek, meno inarrestabile che a inizio campionato, resta il capocannoniere, Pandev (se giocherà) è un ex che colpisce spesso (2 gol in 3 gare ai nerazzurri). Il Genoa è rimasto a Milano dopo la gara di mercoledì: mossa necessaria visti i tempi stretti di recupero. Indubbiamente, un vantaggio per Spalletti.

Inter: comincia il tournover

Luciano non ha tossine da far smaltire ai suoi, ma muscoli da preservare. Dialetticamente rifiuta la definizione «turnover», nei fatti lo applicherà, anche in dosi abbastanza consistenti, come è normale che sia. I cambi rispetto alla Lazio dovrebbero essere sei, i probabili titolari in Champions che domani partiranno in panchina altrettanti (Nainggolan compreso), tutti e tre gli esclusi dalla lista Uefa (Dalbert, Gagliardini e Joao Mario) si giocheranno le loro fiches oggi. Azzardo o gestione delle risorse? Come sempre deciderà il risultato.

Intanto Perisic ha problemi nell’innescare la modalità «Terribile», il Ninja è l’unico davvero fermo ai box. Anche qui però i segnali sono positivi: dopo il derby nell’Inter si temeva l’opzione «mesi», non «settimane». Invece, 13 giorni dopo Biglia, Nainggolan torna in panchina. Martedì sarà lì ad aggredire Busquets, per esaltare San Siro.


Continua a leggere