Roma, Eusebio Di Francesco: “Contro la Fiorentina voglio un atteggiamento differente, più aggressivo”

| 02/11/2018 14:00

Notizie Roma, Eusebio Di Francesco: “Contro la Fiorentina mi aspetto che questa squadra dia continuità alle idee su cui lavoriamo”

Roma Eusebio Di Francesco | Dopo il pari contro il Napoli subito in rimonta negli ultimi secondi della sfida del San Paolo, Eusebio Di Francesco domani contro la Fiorentina vuole vincere. Le sue parole in conferenza stampa da Trigoria alla vigila del match:

Roma Eusebio Di Francesco

Domani voglio sicuramente, e mi auguro di vedere, un atteggiamento differente, più aggressivo. Un atteggiamento che dobbiamo ritrovare con continuità e non alternarlo. Mi aspetto che questa squadra dia continuità alle idee su cui lavoriamo”.

“Nostri obiettivi? Siamo in ritardo rispetto alle altre, ma è presto per parlarne. Dobbiamo iniziare ad alzare il rendimento, ma porsi un obiettivo ora di quarto posto non mi piace. Poi è chiaro che se a fine campionato rimane solo quello allora si ragiona in quel senso. Il Milan fino a due partite fa lo si dava per spacciato e ora lotta per il vertice, lo stesso l’inter. Come ruolino siamo cresciuti, ma non sono contento. Io voglio di più e pretendo risultati e prestazioni migliori”.

“Perché siamo invitando in questa prima parte del campionato? Per tante situazioni, anche a livello tattico. Pensavamo di lavorare in un certo modo, si è perso un po’ nelle partite, nella continuità, nella condizione e nella capacità di essere aggressivi. E’ la cosa che ci manca più di tutti, la prestazione. Dobbiamo crescere nel dare il senso di dominare le gare”.

Ultime Roma, Eusebio Di Francesco parla dei possibili titolari contro i viola

“Schick o Dzeko in attacco? Domani giocherà come centravanti Edin Dzeko. Poi valuteremo se Patrick Schick potrà giocare da esterno. Ora abbiamo tanti giovani e c’è un percorso di crescita per tutti. Ad oggi abbiamo fatto 13 partite e la possibilità che tutti siano coinvolti c’è. Cerco di farli crescere tutti con continuità. Ci sono momenti e momenti per fare scendere in campo alcuni calciatori e altri dove si può mandare in campo un giovane. Da qui a pensare che mi alzo e faccio una formazione come se fossi al pc non posso permettermelo”.

“Centrocampo a tre? Tutto è possibile, ma non mi è piaciuta la risposta di Napoli del secondo tempo. E’ una valutazione che posso fare a gara in corsa. Ad oggi credo di dare continuità a quanto fatto nelle ultime partite”.

“Capitolo infortunati? Kluivert ha avuto meno ricadute. Pastore ha meno possibilità di Kluivert di scendere in campo, ma saranno entrambi convocati. De Rossi sicuramente non sarà convocato in questa gara e probabilmente anche nella prossima. Manolas ha fatto oggi il primo allenamento ed è risultato positivo. E’ a disposizione, ma non posso dire oggi se sarà titolare”.

“Cristante come sostituto di De Rossi? Non so chi sostituirà De Rossi, sapendo che anche Pellegrini può fare il centrocampista centrale come ha già fatto in passato”.

“Kolarov in mediana? Se va bene sono un fenomeno, sennò mi ammazzate. Nella sua carriera ha già giocato in quel ruolo, a me non sembra. Ci ha giocato quando eravamo tre a zero venti minuti. E’ sbagliato fare esperimenti ora, devo capire da dove vengono le vostre considerazioni. Non ci sono in precedenza esempi del genere. Oggi esperimenti non se ne fanno”.


Continua a leggere