Inter: la clausola di Brozovic ora è un problema

| 02/11/2018 09:00

Inter news: la clausola di Brozovic è troppo bassa

Notizie Inter, Brozovic ha convinto tutti e la clausola “non regge”. Da brocco a campione, il centrocampista croato lo scorso anno sembrava pronto a lasciare Milano.

Marcelo Brozovic, va che è un piacere, non solo in svioltata. La mossa difensiva studiata dallo staff in allenamento (dopo aver visto qualche punizione del Barça sotto la barriera) diventa un marchio di fabbrica. Il «coccodrillo» è già sbarcato sui social di EpicBrozo. Presto, vedrete, spunteranno anche le magliette: il ragazzo è anche imprenditore, col merchandising «epico» ufficiale.Èun momento così, per il centrocampista croato: qualsiasi cosa tocchi, funziona. Dai palloni recuperati e «ripuliti» (gergo covercian­spallettiano) alle emoticon, dai tiri al limite ai contratti. E lui, sulla cresta dell’onda, ovviamente surfa.

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, trequartista incostante è andato in soffitta nella prima parte della scorsa stagione, ora Brozovic è il motore centrale della macchina interista.

Gli hanno rinnovato il contratto fino al 2022, con adeguamento della clausola di rescissione, e lui in pochi giorni ha reso quei 60 milioni una cifra poco «protettiva» per i nerazzurriepoco «respingente» peri possibili compratori. Marcelo ha 25 anni, un ingaggio adeguato (3 milioni più bonus), un legame con l’Interforte, più voglia direclutare gente (vedi Modric) che di andarsene.

La sua clausola vale solo per l’estero, e solo nei primi 15 giorni di luglio di ogni stagione. Insomma, i tifosi possono anche non preoccuparsi troppo. Però la quotazione, ormai, non sembra tanto distante da quella cifra e qualcuno disposto a pagare 60 milioni, alla fine di una stagione che continuasse su queste premesse, potrebbe anche spuntare.

Brozovic, il re del centrocampo

Delresto centrocampisti così, come il numero 77 di questa porzione di stagione, se ne vedono pochi. In Serie A, ancora meno. Pjanic resta più regista e più assist­man, Milinkovic Savic (quando tornerà quello vero), potenzialmente più dirompente, ma ormai siamo nell’élite. Guardando i numeri, poi, spesso Brozo guida proprio il gruppo: l’interista è primo in tutta la Serie A per palloni toccati (stacca il primo centrocampista in classifica, Allan, 934 a 832) ma anche per passaggi tentati e, soprattutto, riusciti e questo sta attirando tante big da tutta Europa. Il calciatore sarà ancora titolare anche contro il Genoa. Spalletti, infatti, non sa più rinunciare a lui.

 


Continua a leggere