Napoli, Ancelotti: “Questa squadra mi emoziona. Anti-Juventus? Corriamo per lo Scudetto, è ovvio. Su Koulibaly e il Psg..”

| 01/11/2018 13:00

Napoli, Ancelotti presenta la sfida con l’Empoli in conferenza

Napoli Ancelotti Conferenza/ Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro l’Empoli. Queste le dichiarazioni dell’ex allenatore di Milan, Real Madrid, Bayern Monaco, Paris Saint Germain, Parma, Juventus e Reggina.

Napoli, le parole di Ancelotti in conferenza

“Anti-Juve? Ci sono parecchie squadre che vogliono avvicinarsi, l’Inter ha fatto una serie positiva e si è avvicinata come noi, questo aumenta la competitività del campionato. Come nelle previsioni iniziali si sta avvicinando anche il Milan, più c’è continuità più si abbassa la quota Scudetto. Turnover? Non preservo nessuno per la gara col Psg, se ci sarà turnover ci sarà solo ed esclusivamente per preparare bene questa partita con l’Empoli. Al Psg ora non ci pensiamo, dobbiamo giocare bene domani, sarà il solito Napoli anche con interpreti diversi. Milik? Ci si aspetta qualcosa in più perchè è l’attaccante. Spesso si giudica in centravanti per i gol che fa, è in un periodo di astinenza ma sta lavorando moltissimo fisicamente.

Io chiedo di muoversi in sintonia con gli altri, non di fare gol e lui lo fa. Non abbiamo paura di essere definiti anti-Juve, non caricherebbe di responsabilità una cosa del genere. Carica di responsabilità il nostro obiettivo che è chiaro, fare meglio della Juventus vuol dire vincere il campionato. Domani bisogna stare attenti perchè ci sono molte insidie, ci devono essere attenzione e concentrazione massimali se no si fanno brutte cose. Arriviamo a questa partita in un buon momento, credo che ci confermeremo sugli stessi livelli.

Un primo bilancio? Alla fine del girone d’andata, fin qui un calendario sulla carta complicato, ma ci sono molte squadre piccole che hanno portato via parecchi punti e possono farci male con le loro caratteristiche. E’ un Napoli che mi dà emozione, che mi piace. Ghoulam? Si sta avvicinando al recupero con cautela, c’è bisogno di precauzione, è fermo da un anno e non bisogna fare guai. Il suo recupero ci darebbe l’occasione di alternare Mario Rui. Zielinski-Milik? Sono forti, ma in generale la forza di questa squadra la conoscono in pochi, possiamo migliorare ulteriormente ovviamente. Mertens? Gli ho spiegato che è una vecchia cosa del calcio italiano, una volta non c’erano le sostituzioni, qui se parti dalla panchina puoi entrare comunque. Gli attaccanti sono i calciatori che più facilmente possono cambiarsi. Meret e Younes stanno lavorando? Il secondo è un pò più indietro, il primo invece sta rientrando pian piano, ci siamo quasi”.

 


Continua a leggere