Genoa, Preziosi: “Esonerato Ballardini perché scarso, ho sbagliato a confermarlo. Ora facciamo punti”

Ultime Genoa Preziosi | Enrico Preziosi, presidente del Genoa, ha parlato ai microfoni del Corriere.it dell’esonero di Ballardini. Ecco le sue dichiarazioni: “Il curriculum parla per lui. In 14 campionati ha collezionato 13 esoneri! Solo con la Sambenedettese in C aveva completato il campionato. L’anno scorso aveva maturato un credito, ma Ballardini resta un gestore di situazioni complicate. Se inizia la stagione non consente alla squadra di compiere il salto di qualità”.

Sulla buona classifica: “Cosa c’entrano i punti? Adesso è venuto il momento di farli. Ha il capocannoniere della Serie A, una rosa di 25 giocatori e quattro attaccanti. Ha subito 13 reti e ha perso domenica con il Parma, una squadra nettamente inferiore alla nostra. E’ una persona per bene ma non sa mettere i giocatori in campo”.

Sul calendario difficile per Juric: “Ma lui è un tecnico propositivo, ho sbagliato a confermare Ballardini dopo che aveva saputo gestire la situazione di risultati negativi dello scorso anno. Non mi fa piacere cacciarlo ma non posso continuare con chi offre certi spettacoli. Ci ho parlato per un’ora e mezza ma non mi ha fornito le risposte che mi aspettavo. E’ scarso“.

Genoa, ufficiale l’esonero di Ballardini: al suo posto ritorna Juric

Un fulmine a ciel sereno ha colpito il Genoa e il suo allenatore Davide Ballardini. L’ex tecnico del Palermo è stato infatti appena esonerato come annunciato da Sky Sport. La sconfitta maturata per 1-3 in casa con il Parma è costata carissimo all’ormai ex allenatore dei Grifoni. Nonostante i 12 punti in classifica, una striscia positiva di 3 vittorie consecutive e il capocannoniere Piatek, in maniera alquanto improvvisa il presidente Preziosi ha deciso di allontanare e dunque sollevare dal proprio incarico Ballardini.

Al suo posto sulla panchina dei rossoblù tornerà Ivan Juric, ancora sotto contratto. Il tecnico croato era stato sostituito proprio da Ballardini nella scorsa stagione.