cassano virtus entella prandelli

Antonio Cassano, tornato ad allenarsi con la Virtus Entella, ha parlato ai microfoni dei media presenti lanciando subito una bordata a proposito di Prandelli

Antonio Cassano Virtus Entella Prandelli | Fantantonio si rimette in gioco a 36 anni. Oggi si allenato allo stadio Comunale di Chiavari per la prima volta con la Virtus Entella. Inizierà ad allenarsi e poi si vedrà. Dopo aver sistemato gli ultimi dettagli, è già pronto, secondo le fugaci parole rivolte negli spogliatoi, ma la decisione spetterà al mister chiavarino, Roberto Buscaglia, con il quale il talento barese ha avuto un colloquio sul campo, assieme al presidente, Antonio Gozzi. Se dovesse essere tesserato, dovrebbe indossare la maglia 31, visto che sia che l’Entella dovesse giocare in Serie B o Serie C, ci sarebbe l’obbligo del numero progressivo: ergo, il 31, visto che ci sono 30 tesserati finora.

Nel pomeriggio, a Sky Sport, Cassano ha rilasciato poi alcune dichiarazioni: “Spero incrocio le dita e che tutto possa andare bene. Io spero che l’Entella raggiunga i suoi obiettivi, al di là che Fantantonio sia o meno parte della squadra. Restare in B o C? Per il presidente tutto, è una delle poche persone serie nel mondo del calcio, si merita questo ed altro, in Serie B o Serie C non fa differenza per me”. 

Compagno d’attacco dei sogni? Con Higuain c’ho già giocato a Madrid, Dzeko è forte, Icardi è forte. Il Pipita fa gol in tutti i modi, è assieme a Suarez l’attaccante più forte al mondo in questo momento”. Stessa domanda, riferita stavolta all’allenatore preferito: “Non ho la più pallida idea, lo scandalo del calcio è che Prandelli non allena mentre ci sono tanti allenatori scarsi in Serie A“.