Arsenal, Marotta nel mirino per sostituire Marotta: la situazione

Calciomercato Arsenal Marotta | Il 25 ottobre Giuseppe Marotta lascerà ufficialmente la Juventus e potrà accasarsi altrove. Dopo l’annuncio del suo addio, mezza Europa si è scatenata per averlo. In questa fila spicca l’Arsenal che vorrebbe l’ex Sampdoria per sostituirlo a Ivan Gazidis che nel frattempo è passato al Milan. I Gunners vogliono offrirgli un contratto da 3 milioni di sterline a stagione, ma Marotta ha dubbi sul progetto del club.

Juventus-Mafia, Report sulle connessioni con la Ndrangheta

Clamoroso il video realizzato dai colleghi di “Report”, trasmissione in onda su RAI Tre, che hanno affrontato il tema dei rapporti tra la dirigenza della Juventus ed il mondo degli ultrà in relazione al suicidio di un esponente di spicco del mondo ultras bianconero. Questo il tweet pubblicato da Report: “Cosa c’è dietro il misterioso suicidio di un ultrà juventino? Un’avvincente inchiesta dove si intrecciano i rapporti tra spie, ultrà, mafia e calciatori. Documenti inediti svelano l’ipocrisia di prestigiosi dirigenti del nostro calcio”.

Come si vede nel video, “Il direttore sportivo della Juventus Beppe Marotta, nell’ottobre del 2013, in occasione di Juve-Real Madrid, lascia 5 biglietti della sua riserva personale a Rocco Dominello, figlio del boss, che deve rivenderli. Questo è lo scambio di messaggi con un intermediario, che deve rivenderli.

– ‘Direttore buongiorno io parto domattina per Madrid per i 5 biglietti come possiamo fare, me li lascia lei da qualche parte oppure ci incontriamo veda lei. – Ti informo io. Ciao. Ti ho lasciato la busta al Principi, hotel. Alla reception c’è una ragazza bionda, li ho lasciati a lei. – Va bene, grazie mille – Ciao Fabio ci vediamo in sede. Tutto ok per i biglietti? – Sì direttore, grazie, speriamo bene. – Ok, mi raccomando, massima riservatezza, B. – Come sempre nessuno lo sa’.

Qualche mese dopo, Marotta incontra in un bar Dominello e accetta di far sostenere un provino per le giovanili a un ragazzo. Si chiama Mario Bellocco, figlio di Umberto, esponente di spicco del clan di Rosarno“.