Terza categoria, condannato a quattro anni i carcere per un fallo costato la carriera al suo avversario

Terza categoria condannato carcere fallo | Oggi sul giornale Il Tirreno si ricorda la gara di calcio di coppa provinciale di Terza categoria tra Punta Ala e il Massa Marittima, che si disputò ben sei anni fa. Una gara finita sulle pagine di cronaca non per il risultato eclatante, bensì per il fallo commesso ai danni del capitano della squadra avversaria, che costò al giocatore una frattura bimalleolare alla caviglia sinistra.

Un infortunio che costò la carriera al giocatore, che poi dovette sottoporsi a lunghe cure e due interventi chirurgici. L’autore di quel fallo fu Michele Guidi, 32 anni, che ieri per quell’atto è stato condannato dal giudice del tribunale di Grosseto a quattro anni di reclusione e al pagamento di 10mila euro di multa oltre alle spese processuali.

Il giocatore, come riporta anche sportmediaset, in quella partita tentò già tentato di colpire ad una gamba il suo avversario nella stessa partita, prima di mettere a segno il suo piano diabolico. Inoltre, si rende noto che il giocatore per lo stesso motivo, quando aveva causato una frattura a un altro calciatore in una partita juniores.

Milan, l’ex Robinho condannato per violenza sessuale

Milan, l’ex Robinho lo scorso 23 novembre è stato condannato a nove anni di carcere per violenza sessuale. Assieme a un amico, nel 2013 avrebbe violentato in un locale milanese una ragazza albanese, la quale all’epoca aveva 22 anni.  L’episodio oggetto della sentenza è avvenuto nel guardaroba del «Sio Café», un locale milanese in cui la ragazza stava festeggiando il compleanno.

PER SEGUIRCI ANCHE SU GOOGLE NEWS, CLICCA QUI. 

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui