Portogallo-Italia, le pagelle della Gazzetta dello Sport

Una prova pessima quella che hanno fornito gli azzurri in Portogallo. Il risultato (1-0 gol di Andrè Silva) non certifica a pieno quanto gli azzurri non siano mai stati in gara contro i lusitani. Anche per questa ragione la Gazzetta dello Sport è stato impietoso nei suoi giudizi mentre per la squadra di Fernando Santos non c’è nessuna insufficienza.

Portogallo-Italia, i migliori

IL MIGLIORE – BERNARDO SILVA 7 A destra con licenza di accentrarsi. Sembra il Savicevic di Capello: vorrebbe stare in mezzo, con tutta la sua classe, ma rispetta le consegne di copertura. Noi, messi così male, gli daremmo la 10 di diritto. Meritava il gol, glielo negano Donnarumma e Romagnoli

IL PEGGIORE – RUI PATRICIO 6  Davvero niente da fare per il portiere portoghese, se si esclude il tiro di Chiesa e un altro, deviato, di Jorginho. Il resto sono respinte dei difensori, imprecisione, lentezza di riflessi, attaccanti spalle alla porta. Tutto quello che fa felice un portiere avversario.

IL MIGLIORE – GIANLUIGI DONNARUMMA 7.5 In due partite tra il negativo e il disastroso, c’è uno che si esalta ed è il portiere: è tutto dire. Un 7 con la Polonia, qui addirittura meglio, soprattutto su Bernardo Silva. Lo aiutano Romagnoli e la traversa, ma sembra quello dei bei tempi. L’unica buona notizia.

IL PEGGIORE – CIRO IMMOBILE 4,5 Non è che ci volesse il Portogallo per certificare la difficoltà di Immobile con un’altra punta e la condizione scadente. Con Conte c.t., la coppia con Zaza funzionava un po’ meglio perché i due erano in verticale: così in linea i due sono prevedibili e si pestano i piedi. Male anche Cristante che rimedia un altro 4.5.

PER SEGUIRCI ANCHE SU GOOGLE NEWS, CLICCA QUI. 

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui