Lazio, volantino shock in curva: “Qui le donne non le vogliamo”

| 19/08/2018 01:00

A margine di Lazio-Napoli, i tifosi biancocelesti hanno fatto circolare un volantino in curva con pessime notizie per tutto il movimento calcistico italiano

Notizie Lazio Donne in curva | Un divieto secco. Quello non è un posto per donne: stiamo parlando del settore dedicato agli ultras biancocelesti, stando a quanto riferisce un volantino, circolato nelle ore antecedenti la partita. Ecco il testo della nota: “La Nord per noi rappresenta un luogo sacro, un ambiente con un codice non scritto da rispettare. Le prime file, da sempre, le viviamo come fossero una linea trincerata. All’interno di essa non ammettiamo donne, moglie e fidanzate, pertanto le invitiamo a posizionarsi dalla decima fila in poi. Chi sceglie lo stadio come alternativa alla spensierata e romantica giornata a Villa Borghese, andasse in altri settori”. Firmato: Diabolik Pluto. Diabolik è l’arcinoto soprannome di Fabrizio Piscitelli, il leader degli Irriducibili della Lazio di cui fa parte anche l’ultrà conosciuto come Pluto. Finora le iniziative all’interno della Curva Nord sono  sempre state firmate dagli Irriducibili. Secondo  l’Ansa sono in atto controlli con le telecamere a circuito chiuso.

Che dire, solo tristezza. Se non altro perché da tempo le donne in guerra ci vanno e ci muoiono dopo aver combattuto con coraggio. Almeno dalla Seconda guerra mondiale, per non arrivare al mito delle epiche Amazzoni, tanto per ricordarlo al direttivo maschilista che vuole difendere l’infondato anacronismo e che potrebbe evitare di mettere persino nero su bianco atteggiamenti guerreschi e tristi abitudini e divieti che riecheggiano quelli di molti paesi mediorientali in cui pure non mancano passi in avanti.

 


Continua a leggere