Ultime Juventus, Bonucci si ripresenta: “Felice di essere tornato a casa. Con Allegri ottimo rapporto. Sullo sgabello…”Ultime Juventus Bonucci

Il suo addio alla Juventus per il Milan sembrava una boutade di mercato, ma poi è diventata in poche ore una realtà cocente.
Stesso discorso quando si è riparlato di un suo ancor più clamoroso ritorno alla Juventus: non c’è stato nemmeno il tempo di commentare la possibile trattativa, che Milan e bianconeri hanno trovato l’accordo.
Al club meneghino va Caldara con uno scambio alla pari, in più i rossoneri per 56 milioni hanno acquistato anche Gonzalo Higuain.
D’altra parte la società di corso Galileo Ferraris riabbraccia dopo appena 12 mesi uno dei migliori difensori centrali al mondo.
Quest’oggi Bonucci si è ripresentato nella sua conferenza stampa, rispondendo alle domande della stampa.
Dal rapporto con Allegri, all’arrivo di Cristiano Ronaldo fino al famoso sgabello.

Calciomercato Juventus, Bonucci è tornato

Rapporto con Allegri?
Sono discussioni che fanno parte delle annate calcistiche. Ci siamo visti più di una volta durante l’anno, sia dentro che fuori il campo. C’è stato il modo di chiarirci, il nostro rapporto è veramente ottimo e da persone intelligenti ci siamo abbracciati come successo in tante occasioni. A Londra incrociando il mister per ritirare il premio della Top 11, ho dedicato a lui quel premio perché secondo me negli anni che siamo stati insieme, grazie ad Allegri sono migliorato nella gestione della partite. Sono cose che succedono.
Tifosi?
La mia risposta dovrà essere sul campo perché sono un professionista. Se mi ripresentasse di fronte oggi un’offerta per lasciare la Juventus non ci penserai mai, ho metabolizzato, ci ho pensato, la Juventus è stata tutto per me negli anni che l’ho vissuta, a livello di calciatore ed essere umano. In questi anni ho vissuto situazione extra calcistiche e la Juve mi ha fatto sentire sempre il suo appoggio. Ci siamo lasciati con uno stretta di mano forse perché sapevo in cuor mio che poteva succedere quello che è successo. Oggi inizia una nuova sfida con l’entusiasmo che non avevo prima, oggi mi sento migliore, devo recuperare qualcosa e avrò la possibilità di confrontarmi con il migliore ogni giorno. Difenderò la maglia della Juventus come ho fatto negli anni passati, non esiste altro che la vittoria.
Cristiano Ronaldo?
Viste le precedenti annate, avere Ronaldo dalla parte nostra, semmai dovessimo incontrare il Real Madrid almeno non partiamo 1-0 per loro. Allenarsi con Ronaldo è uno stimolo per tutti, non tralascia nulla, è sempre concentrato, ci permette di alzare il livello che per la Juventus per la rosa che ha, è una cosa importante per alzare il livello ed essere pronti per il campionato e gli impegni europei. Ho affianco a me giocatori veramente forti, dal primo all’ultimo, sarà stimolante la concorrenza, sarà bello scendere ad allenarti dal primo all’ultimo giorno perché sai che dovrai dare tutto.
Sgabello?
Sfatiamo un tabù, il mio posto ce lo avevo, ma vivo una partita in maniera molto nervosa. Su una fila di dieci ero in mezzo, mi sono spostato, c’ero un posto avanti ma poi è arrivato il proprietario del biglietto e mi sono spostato, prendendo di mia iniziativa quello sgabello su cui sono stato per cinque minuti ma è stata la mia rovina”.