Mondiali, ombre sulla Russia: “I giocatori sniffano ammoniaca”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:40

La Russia è arrivata a sfiorare la semifinale dei Mondiali, giocando un calcio molto fisico. Per qualcuno anche troppo e dalla Germania arrivano accusa che suonano di doping

Mondiali, doping nella Nazionale Russa?

Mondiali Russia doping | Solo i rigori sono riusciti ad avere la meglio della Nazionale ospitante questa Coppa del Mondo. Vedere i calciatori russi correre per 90 minuti ha fatto subito storcere il naso a qualcuno: sono arrivati a un passo dalle semifinali, giocando un calcio molto fisico e basato su una straordinaria resistenza. Sono riusciti a qualificarsi in un girone con l’Uruguay, l’Egitto di Salah e l’Arabia Saudita, segnando ben 8 gol. Ma soprattutto hanno avuto la meglio di una Nazionale campione del Mondo come la Spagna. Sin da molto prima dell’inizio del mondiale, i sospetti di doping sulla squadra russa hanno seguito come una sinistra ombra il cammino degli uomini di Stanislav Cherchesov.

Doping in Russia, l’accusa dalla Germania

Tutto è iniziato da un articolo della Süddeutsche Zeitung, intitolato “Sniffare ammoniaca come fosse shampoo nella doccia”. Una similitudine per far comprendere quanto l’utilizzo dell’ammoniaca, sostanza ufficialmente non dopante ma in grado di migliorare le prestazioni sportive, sia comune nell’ambito della nazionale russa. Da quello che riporta il quotidiano bavarese, nel corso di un’inchiesta sui metodi di allenamento e per migliorare la resa degli sportivi, la stessa federazione avrebbe candidamente ammesso che uno dei calciatori di Cherchesov, prima di entrare come sostituto nel match contro la Spagna, ha annusato un tampone imbevuto di ammoniaca. Da quel che riporta AS, lo stesso medico della nazionale, Eduard Bezuglov, avrebbe confermato ai media locali l’utilizzo di ammoniaca, smentendo al contempo che si tratti di doping. “L’utilizzo di ammoniaca è comune a migliaia di sportivi, è un qualcosa che si fa da decenni”.

Russia e Doping, i benefici dell’ammoniaca

Perché? Beh, perché più di qualche beneficio, in effetti, l’ammoniaca lo dà. Stimola la respirazione e migliora il flusso sanguigno. In uno sport dove la resistenza alla fatica è importante, se non è doping, poco ci manca. E dopo queste ammissioni da parte della Federazione Russa, qualcuno si è preso quindi la briga di analizzare il comportamento dei calciatori di casa durante la partita contro la Croazia. E il risultato della visione delle immagini televisive, sottolineato dalla Bild, è che in effetti molti giocatori russi alla fine dell’intervallo si toccavano costantemente il naso, il che può essere un indizio di utilizzo abituale di ammoniaca da parte della nazionale russa. Nulla di illegale, ma certamente un qualcosa su cui vigilare con attenzione…