Russia-Croazia, la squadra di Dalic vola in semifinale dopo i rigori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:51

Russia e Croazia si sfidano nel quarto di finale forse meno interessante e combattuto di questi Mondiali in Russia. Ma il risultato è davvero così scontato?

russia croazia risultato

Russia Croazia, il risultato deciderà la quarta semifinalista

Russia Croazia risultato | Una gara inedita per i Monadiali  (tre i precedenti, due nelle qualificazioni per Euro 2008 e un’amichevole nel 2013), ma soprattutto una sfida che in pochi avrebbero pronosticato a questo punto della competizione. Non tanto per la Croazia, una delle squadre più in forma e più talentuose del Torneo, quanto per i padroni di casa, che, gara dopo gara, hanno saputo stupire e battere squadre di spessore, come successo agli ottavi con la Spagna. Tutti ricordano gli exploit delle squadre casalinghe ai propri Mondiali (Corea 2002) per non parlare delle vittorie di Inghilterra e Francia, ma proprio per questo sarà un quarto imprevedibile. Una sfida, ovviamente, dai forti connotati politici: storico alleato della Serbia, la Russia non è particolarmente ben vista dal popolo croato, che vuole prendersi una rivincita conquistando la semifinale, dove la vincente affronterà una tra Inghilterra e Svezia.

Russia Croazia, le formazioni ufficiali

Russia (4-2-3-1): Akinfeev; Fernandes, Kutepov, S. Ignashevich, Kudryashov; Zobnin, Kuziaev; Samedov, Golovin, Cheryshev; Dzyuba.

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Modric; Rebic, Kramaric, Perisic; Mandzukic

La cronaca

Partita bella e combattuta giocata su ritmi davvero altissimi fin dai primi minuti. Un gol spettacolare di Cheryshev ha sbloccato il risultato e lo aveva portato momentaneamente sull’ 1-0. Dopo pochi minuti è però arrivato il pareggio di Kramaric. Pareggio che è durato fino al 90esimo minuto regolamentare. Parità assoluta anche nei 30 minuti supplementari dove Vida ha illuso i croati con un gol nel primo tempo. A 5 minuti dalla fine ci ha pensato però Mario Fernandes a chiudere definitivamente i 120 minuti in parità sul risultato di 2-2. Ai calci di rigore decisivo proprio l’errore del terzino, precedente al rigore siglato da Rakitic che ha dato poi la vittoria a Modric e compagni.