Clamoroso Russia-Spagna, padroni di casa ai quarti: decisivi i rigori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:42

Mondiale Russia 2018, aspettando Spagna-Russia: sei i precendeti e mai una vittoria dei russi

Mondiale Russia 2018 Spagna-Russia

Mondiale Russia 2018 Spagna-Russia | Allo stadio di Luzhniki quest’oggi alle 16 va di scena l’ottavo di finale Spagna-Russia, in palio il pass per i quarti di finale. Un match insidioso per i padroni di casa, che dopo la disgregazione dell’Unione Sovietica non hanno mai vinto contro gli iberici nei sei precedenti, pareggiando appena due volte.

Al tecnico Cherchesov il compito di sfatare questo tabù e regalare alla propria Nazione la gioia di battere un squadre come la Spagna, favorita, e volare di conseguenza ai quarti di finale. Un’impresa non impossibile visto il cammino dei russi fin qui, che nonostante i sei punti si sono classificati al secondo posto nel proprio girone, mentre la Spagna con 5 punti è passata come prima.

Spagna-Russia probabili formazioni

Fernando Hierro resta fedele al 4-2-3-1 e manda in porta De Gea, difeso da una linea a quattro composta da destra verso sinistra da Carvajal, Piqué, Ramos e Jordi Alba. In mediana troviamo Sergi Busquests e Thiago Alcantara, mentre più avanti i tre trequartisti saranno Silva, Isco e Iniesta. In avanti non si tocca Diego Costa, già autore di tre reti in questa prima fase dei Mondiali di Russia 2018.

Cherchesov al solito punterà anche lui su di un 4-2-3-1 che vedrà schierato fra i pali Akinfeev. In difesa pronti Mário Fernandes, Kutepov, Ignashevich e Zhirkov. Davanti al reparto difensivo la diga composta da Zobnin e Gazinskiy. Sulla trequarti Samedov, Cheryshev e Golovin, quest’ultimo uomo di mercato del momento e il più atteso nella sfida di oggi. In attacco spazio a Dzyuba.

Le formazioni ufficiali

Spagna (4-3-3): De Gea; Nacho, Piquè, Ramos, Jordi Alba; Koke, Busquets, Isco; Silva, Diego Costa, Asensio.

Russia (4-2-3-1): Akinfeev; Fernandes, Kutepov, Ignashevich, Kudriashov;Zobnin, Kuzaev; Samedov, Golovin, Zhirkov; Dzyuba.

La cronaca

Partita davvero incredibile quella andata in scena tra Spagna e Russia, iniziata alle ore 16.00. Match noioso e a ritmo lento sia nel primo tempo che nel secondo. Le reti sono due e si vedono entrambe nella prima frazione. Dopo appena 9 minuti passa in vantaggio la Spagna grazie all’autorete del capitano russo Ighnasevic, infastidito da Sergio Ramos. 10 minuti dopo, attraverso un calcio di rigore nettissimo causato da Pique. Dzyuba freddissimo dagli 11 metri porta il risultato 1-1, risultato che rimarrà quello fino alla fine dei 90 minuti regolamentari. Non cambierà neanche nei 30 minuti supplementari, dove una Spagna all’assalto non è riuscita a sbloccare la situazione.