Napoli, parte la ristrutturazione del San PaoloNapoli tifosi azzurri protesta anti-Juve San Paolo

La Giunta Comunale di Napoli ha approvato il progetto proposto dal Servizio Impianti Sportivi e dall’Assessorato allo Sport, per la realizzazione dei lavori di manutenzione dello stadio San Paolo II Lotto “Riqualificazione servizi igienici ad uso spettatori ed opere accessorie”. Il progetto prevede interventi risolutivi rispetto a tutti i problemi esistenti all’interno della struttura ed altri necessari al perseguimento ed alla conservazione delle condizioni relative all’agibilità, adottando soluzioni tecniche, tecnologiche e materiche semplici ma efficaci, efficienti, durature ed al tempo stesso innovative. I lavori possono sintetizzarsi dunque in: ristrutturazione di carattere edilizio con rifacimento delle pavimentazioni e dei rivestimenti; sostituzione di tutti i pezzi igienici esistenti con installazione di nuova rubinetteria; adeguamento alle vigenti norme di sicurezza; adeguamento dell’impianto elettrico e dell’illuminazione di emergenza. Il costo dell’intervento è stimato in euro 998.931,10 oltre IVA e somme a disposizione.

Il comunicato

L’esecuzione dei lavori non interferirà con l’utilizzo dello stadio, in quanto verranno effettuati esclusivamente nei periodi privi di manifestazioni sportive (infrasettimanali e trasferte), avranno una durata di circa 90 giorni, e interesseranno tutti i blocchi servizi igienici posti a quota +36 e a quota +40, ossia tribuna, tribuna Nisida, tribuna ospiti, distinti, curva A e curva B, per un totale di 29 blocchi bagni. Mentre all’anello inferiore, considerato che i servizi della tribuna centrale sono già stati oggetto di manutenzione con l’intervento del primo lotto funzionale e che quelli delle curve sono stati recentemente riqualificati, si è scelto di intervenire sui blocchi servizi tribuna ospiti, tribuna Nisida e distinti per un totale di 15 blocchi. L’intervento, pertanto, interesserà complessivamente 44 blocchi servizi, compresi quelli destinati agli spettatori diversamente abili.