Il Mondiale 2018 vede cominciare il terzo e ultimo turno della fase a gironi. Da oggi, fino a giovedi’, saranno disputate quattro gare al giorno. Si comincia con Uruguay-Russia, che vede impegnata i padroni di casa alla conquista del primo posto.

Mondiali Uruguay Suarez Cavani

Uruguay Russia risultato | E’ sfida per la vetta quella di oggi nel Gruppo A, dove Uruguay e Russia, entrambe a 6 punti, si affrontano a Samara. Le quote Snai sono con la Celeste, data a 2,55 per chiudere il girone a punteggio pieno, contro il 3,05 sul pareggio e il 3,10 per il successo russo. Entrambe le squadre arrivano a questo match con 6 punti, dopo aver vinto le prime due partite. E chi vincera’ molto probabilmente trovera’ lungo la strada una tra Spagna e Portogallo. Tabarez non ha intenzione di apportare cambiamenti alla compagine che ha battuto l’Arabia Saudita. Guidata dal duo Cavani-Suarez in attacco e con Gimenez e Godin a comandare in difesa.

Nei padroni di casa, Cherchesov ha tutte le intenzioni di schierare quelli che qualcuno chiamerebbe i “titolarissimi”. Ovvero la squadra che ha battuto l’Egitto per 3-1. Portandosi dietro il solo dubbio di uno tra Smolov e Dzyuba. Il primo nella testa del ct era il titolare, ma e’ ancora a secco. Mentre il secondo e’ gia’ a 2 marcature in altrettante partite. Per il resto, spazio al solito 4-2-3-1 guidato da Golovin nella posizione di trequartista tra le linee.

Uruguay-Russia, le formazioni ufficiali

Uruguay (3-5-2) – Muslera; Coates, Godin, Coates; Nandez, Vecino, Torreira, Bentancur, Laxalt; Suarez; Cavani.
Russia (4-2-3-1) – Akinfeev; Smolnikov, Kutepov, Ignashevich, Kudriashov; Zobnin, Gazinskii; Samedov, Al Miranchuk, Cheryshev; Dzyuba.

La cronaca

Uruguay cinico nel primo tempo. Due gol con due tiri nello specchio. A segno Luis Suárez e autogol di Cheryshev, il migliore in campo per la Russia, su conclusione di Laxalt. Celeste che si avvia verso il primo posto nel girone. In salita il cammino della Russia, che si ritrova anche in dieci dal 36’ della prima frazione. La sblocca il pistolero al 10′ con una punizione chirurgica: il portiere nulla può su un tiro così angolato. Al 23′ raddoppiano i sudamericaniLaxalt scarica il mancino dalla distanza, palla sporcata da Cheryshev che mette fuori causa Akinfeev. Nel secondo tempo il terzo gol porta la firma di Cavani: al 90′ l’attaccante del Psg si fionda su una respinta di Akinfeev e chiude il match.