Kalidou Koulibaly, difensore centrale del Napoli e della Nazionale senegalese, ha rilsciato una lunga intervista ai taccuini del Corriere Dello Sport

Su Ancelotti, presente a Senegal-Polonia

«Non lo sapevo che fosse allo stadio, non me lo aveva detto. Però mi ha chiamato, ci ho parlato, mi ha augurato di fare un bel mondiale e che ci sentiremo prima di partire per il ritiro con il napoli. E’ una cosa che mi ha fatto molto piacere. Adesso io sono in nazionale e penso soprattutto al Senegal, a vincere più partite possibili e a fare bene in questo Mondiale. Sono molto contento di aver iniziato con una vittoria, non è da tutti, abbiamo dimostrato di valere, adesso pensiamo al Giappone».

I tifosi azzurri erano divisi tra voi e la Polonia… 
«Lo so, li capisco ma è importante seguire i propri giocatori, significa che c’è attaccamento. E sono orgoglioso di questo successo: ci sono tanti senegalesi a Napoli, quando vediamo questo entusiasmo per noi, è bello. Milik? Con Arkadiusz, era molto dispiaciuto per aver perso. Io spero il meglio per loro e mi auguro che vincano le prossime partite, sarà difficile. Noi intanto vogliamo qualificarci subito e arrivare il più alto possibile»