M’Baye Niang in cerca di “riscatto”

M’Baye Niang, talento vero. Nonostante una stagione non all’altezza delle aspettative e dei 14 milioni di euro (totali) pagati dal Torino per portarlo in granata, l’attaccante ex Milan è stato convocato per la rassegna iridata.Niang scarica Raiola

Oggi molto probabilmente Niang non partirà dal primo minuto, tuttavia la sua capacità di decidere la partita in qualsiasi momento con una giocata potrebbe risultare decisiva per il suo Senega contro la favoita Polonia.

Niang in gol anche per Cairo

Non sarebbe male se riuscisse a giocare (stabilmente) in Nazionale e se in Russia portasse il suo Senegal al secondo turno. L’esteno francese ma naturalizzato senegalese vuole la svolta nella sua carriera.

Svolta auspicata anche dal presidente granata Cairo. Perché il vero colpaccio per il club sarebbe assistere a un super Mondiale di Niang, con allegate le corse di procuratori e dirigenti sportivi. L’acquisto dell’attaccante fu deciso/avallato da Cairo e Petrachi soprattutto per la pressione di Mihajlovic che spingeva come un trattore, per averlo.

Il calciatore è stato l’acquisto più caro per Cairo, da quando guida il Torino. Per questa ragione il presidente aspetta più di tutti la compezione. Se il senegale fosse autore di un buon mondiale allora qualche club straniero potrebbe farsi avanti. Il Torino, in questo modo, potrebbe tuffarsi su La Gumina o Zaza.

 

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui