Russia e Arabia Saudita si sfidano nella gara di apertura del Campionato del Mondo 2018 allo stadio Luzhniki: doppio vantaggio per padroni di casa nel primo tempo

Russia Arabia Saudita Mondiali | Dopo la fastosa cerimonia di apertura, è tempo di lasciare lo spazio al campo: si affrontano nella prima partita del gruppo A la Russia padrona di casa e l’Arabia Saudita, che affronteranno nel girone anche Egitto e Uruguay. Gli uralici partono indubbiamente favoriti ed infatti dopo 12 minuti passano in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Golovin effettua un cross di destro a rientrare nell’area e Gazinskiy è il più forte e rapido nel colpire di testa, battendo il portiere Al Mayoof sul suo palo più lontano.

Le due formazioni tornano ai blocchi di partenza come se nulla fosse successo: l’Arabia Saudita preferisce aspettare in difesa piuttosto che cercare subito il pareggio. Sul finire della frazione arriva il raddoppio russo, con Cheryshev che è bravo ad approfittare di un’ingenuità della difesa saudita, letteralmente a vuoto sulla finta dell’attaccante, per il quale poi è un gioco da ragazzi insaccare sotto la traversa.

Una ripresa in passerella

Nella ripresa prosegue il monologo russo, che con Dzyuba trovano la terza segnatura, sempre su assist del solito Golovin, al 70esimo. Quando il giocatore nel mirino di Napoli e Juventus serve un preziosissimo pallone di destro che l’attaccante deve solo spingere in rete di testa.

La gara diventa una passerella per i padroni di casa, che si concedono altre due splendide marcature. Prima il capolavoro mancino di Cheryshev, che firma, così, la sua personale doppietta allo scadere. E poi con lo stesso Golovin che pennella un meraviglioso calcio di punizione pochi istanti prima del fischio finale. A sancire la ‘manita’ con cui comincia il cammino della Russia nei suoi Mondiali.