Nuovo Stadio della Roma, in manette 9 fra politici e imprenditori

| 13/06/2018 11:20

Stadio Roma, in manette 9 fra politici e imprenditori

Stadio Roma manette | I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma hanno messo le manette a nove persone indagate per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive e di una serie di reati contro la Pubblica Amministrazione, nell’ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della A.S. Roma calcio.

L’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica capitolina, con a capo il procuratore aggiunto di Roma Paolo Ielo, ha fatto finire in carcere 6 indagati, mentre altri 3 sono agli arresti domiciliari.

Noti esponenti della politica italiani in manette

Tra gli arrestati figurano i nomi di Adriano Palozzi, vicepresidente del Consiglio Regionale e coordinatore Forza Italia nella provincia di Roma, l’imprenditore Luca Parnasi, Luca Lanzalone, presidente di Acea, e ancora Gaetano e Alberto Papalia, ex proprietari del terreno Tor di Valle dove dovrebbe sorgere la struttura. Ricordiamo che Lanzalone, per conto dell’amministrazione Raggi, aveva seguito come consulente legale il dossier sullo stadio.


Continua a leggere