Carlo Tavecchio torna a parlare di Nazionale dopo la debacle Mondiale, svelando alcuni retroscena interessanti in particolare su Mario Balotelli

Balotelli Tavecchio Italia | L’ex numero 1 della FIGC svela le dinamiche che hanno tenuto fuori Supermario dalla Nazionale italiana negli ultimi anni, nonostante le ottime prestazioni dell’attaccante con la maglia del Nizza. “Chiesi di farlo rientrare già due anni fa”, svela Tavecchio ai microfoni di Radio CRC, Balotelli in Nazionale non è una novità di questi tempi con Mancini. Ero e sono un suo tifoso. Chi è che non lo voleva? Lo spogliatoio? Ecco, siamo vicini alla verità. Anche se non l’ho detta io…”, conclude sibillino. “Mancini? Se lui ci fosse stato all’epoca dell’eliminazione non so come sarebbe andata, so che all’epoca era impegnato e non si rese disponibile, altrimenti ci avrei provato”. 

Impossibile non tornare su Ventura: “Scegliemmo lui ma non c’era molta scelta. Gli unici disponibili erano De Biasi, lui e Montella. Facemmo anche 7 vittorie e 2 pareggi nelle prime sette partite, poi non capisco quelle arrivate dopo. Bisogna ammettere anche che non siamo stati troppo fortunati con il ranking, visto che poi ci ha accoppiato con la Spagna. Il compito di andare ai Mondiali era di Ventura, di certo non le facevo io le convocazioni o la formazione. Quando l’orchestra suona male, deve essere il direttore a risponderne”.