Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai taccuini del Corriere Dello Sport. Queste alcune delle sue dichiarazioni

Qual’è stata la tua reazione all’arrivo di Ancelotti? 
“Ho scoperto la notizia attraverso tv e giornali. Sono contento per l’arrivo di Ancelotti che è un grande allenatore e ha vinto tanto, noi qui vogliamo vincere e migliorarci di stagione in stagione. Vederlo al Napoli mi fa un effetto incredibile. Al tempo stesso però bisogna dare merito a Sarri che in tre anni ha fatto cose straordinarie e con lui il Napoli è cresciuto tantissimo”.

La mossa di De Laurentiis l’ha spiazzata? 
“Sì perché sinceramente ci aspettavamo che Sarri rimanesse, ma il presidente ha fatto la sua scelta. Personalmente sono contento che sia arrivato Ancelotti perché sono sempre stato desideroso di lavorare con lui, ha allenato calciatori fantastici e per me sarà un onore avere a che fare con lui- Sarri in Premier? Se siederà sulla panchina del Chelsea sarò contento per lui, ha fatto bene con il Napoli e si merita un’occasione del genere”. 

Sui possibili addii di Koulibaly ed Hamsik

“Se qualcuno cambierà aria, mi dispiacerà sicuramente. Koulibaly non lo vuole solo il Chelsea, ma mi auguro che rimanga perché nello spogliatoio siamo un bel gruppo. Se invece qualcuno andrà via, sono sicuro che Ancelotti conosca tanti giocatori forti e che la società rimpiazzerà nel miglior modo chi decida di lasciare questa squadra. Hamsik? So che Ancelotti lo ha chiamato, ma non so cosa si sono detti. L’addio di Marek sarebbe una brutta notizia per tutto la piazza perché ormai dopo 10 anni è napoletano”.

A livello tattico cosa cambierà con Ancelotti? 
“Non so cosa cambierà, so solo che il Napoli ha bisogno di vincere: quest’anno ci siamo arrivati vicini, ma non ci siamo riusciti per colpa nostra, perché abbiamo sbagliato qualcosa. Con il nuovo allenatore dovremo essere perfetti. Io ho tanta voglia di vincere con la maglia del Napoli e non voglio farmi scappare questa possibilità un’altra volta”.

Ancelotti ha chiamato anche lei? 
“Sì, ha telefonato anche a me e altri compagni. E’ stato un modo per salutarmi e mi ha fatto piacere. Mi ha detto di stare tranquillo perché possiamo fare grandi cose se partiamo con la testa giusta”.