Francia, Rabiot: “Deschamps? Scelte fuori dalla logica”

Adrien Rabiot, centrocampista del Paris Saint Germain, ha diffuso una lettera per motivare la sua decisione di non rispondere alla convocazione della nazionale francese per il Mondiale, come riserva:Calciomercato Juventus Rabiot

PSG, lo sfogo di Rabiot contro il ct

“Sapevo che rifiutare la convocazione avrebbe fatto rumore, ma mi spiace essere additato come un giovane giocatore immaturo incapace di misurare la portata delle sue azioni.

Sono un calciatore, è il mio mestiere e la mia passione. E ho un sogno, come tutti i giocatori, di giocare per il mio Paese. Indossare la maglia blu per me è un onore, un vanto. Vincere con la Francia, per la Francia, è una missione.

Dall’età di 15 anni difendo i colori della Francia in tutte le categorie, fino alla squadra A. Ho la cultura della Francia. Se ho deciso di ritirarmi dalla lista delle riserve è perchéconsidero la scelta del selezionatore nei miei riguardi non risponda a nessuna logica sportiva perché per tutti questi anni il messaggio era chiaro, sono le prestazioni nel club che aprono le porte nella Nazionale francese.

Sono uno che si mette in competizione, ma anche un uomo e vorrei essere considerato come tale, infine mi assumerò tutte le conseguenze della mia scelta con il sostegno di famiglia e parenti”.