Matteo Politano, accostato nell’ultima sessione di mercato al Napoli, ha rilasciato ai microfoni della Gazzetta dello Sport nella quale spiega come andarono effettivamente le cose

napoli politano

Politano Napoli | L’attaccante del Sassuolo temeva che il treno che passa una volta sola fosse ormai andato via. “Di sicuro quelli sono stati giorni difficili”, spiega ai microfoni della Gazzetta dello Sport, “avevo paura di aver perso la grande possibilità di cambiare la mia carriera. Ma sono stati fondamentali Carnevali e Iachini nel dirmi le cose giuste e a farmi capire che avrei avuto altre possibilità di arrivare in un top club. C’ho messo qualche giorno a smaltire la delusione, mi hanno aiutato la mia famiglia, la mia ragazza e i miei agenti. A quel punto ho provato ad impegnarmi al massimo per salvare il Sassuolo”. 

 

Adesso è un calciatore diverso: “La mia maturazione non è ancora finita del tutto ma sono un calciatore già diverso. Iachini mi ha cambiato ruolo, da esterno sono diventato una seconda punta con più libertà di movimento e probabilmente è la soluzione migliore. Non so se ora sono pronto per una grande squadra, dove forse non partirei titolare ma per me non è mai stato un problema, non ho paura di niente. Ne parleremo col Sassuolo e valuteremo insieme. Abbiamo 2 partite contro 2 grandi (Inter e Roma, di cui Matteo è tifoso, ndr), poi vorrei arrivare per la prima volta in doppia cifra visto che sono a 9 gol”.

 

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui