Douglas Costa, ala della Juventus, per tutti Flash. Il motivo del suo soprannome è facilmente immaginabile ed è lui stesso a vantarsene

Juventus, Douglas Costa

Douglas Costa Juventus Flash | “Non ho mai visto nessuno più veloce di me”, afferma lui stesso alla Gazzetta dello Sport, “ho avuto delle difficoltà nei primi mesi, ma venire alla Juve è stata la scelta migliore della mia vita”. Sul VAR e sulla Champions: “Quando esci da un doppio confronto così, dopo aver perso a Torino e fatto una rimonta pazzesca al Bernabeu, indipendentemente da come è finita non puoi che essere orgoglioso di far parte di un gruppo di campioni che ha dimostrato di poter raggiungere l’impossibile con l’orgoglio. Stesso discorso per le polemiche in Italia: un calciatore non può ragionare da tifoso e deve sapere che un arbitro può sbagliare. 

Douglas Costa ha vinto 7 campionati (5 in Ucraina con lo Shakhtar e 2 in Germania con il Bayern) e potrebbe vincere l’ottavo della sua carriera. Il brasiliano ha esaltato il gruppo bianconero, ha parlato della sua fede, ha elogiato Lucescu, Guardiola e Ancelotti e Dybala («Mi ha convinto che avevo le capacità per far parte di questo gruppo») e su Allegri ha detto: “Grazie ad Allegri ho capito l’importanza degli esterni nella fase difensiva. Mi sta trasformando in un gioca­tore migliore, perché solo unen­do tecnica e tattica posso diven­tare un giocatore ancora più im­portante”.