Roma, Pallotta e’ tornato a parlare all’indomani della cocente eliminazione dalla Champions League della Roma anche per alcuni evidenti errori arbitrali.

Roma, Pallotta

Roma, Pallotta | I toni si sono abbassati, ma i concetti restano gli stessi. All’indomani dell’eliminazione dalla Champions League col Liverpool, James Pallotta torna a chiedere all’Uefa l’introduzione della Var. “Dimenticherò questa storia, ma penso che qualcosa deve essere fatto. So che gli arbitri sbagliano e so che si rendono conto di aver commesso alcuni errori importanti e che probabilmente sono abbastanza depressi per questo, ma allo stesso tempo puoi risolvere alcuni di questi problemi col Var” spiega il presidente della Roma parlando a una radio americana.

Le parole di Pallotta

“Penso che in gare come queste deve essere usato. È diverso da una partita di pallacanestro, dove si segnano 120 punti e capitano diverse cose da una parte e dall’altra. È difficile da accettare quando un gol è così importante e alla fine perdi per un totale di 7-6 con un paio di occasioni ovvie e un ‘rosso’. Ma è andata così, il Liverpool è una squadra spettacolare – chiude Pallotta -. Ora abbiamo altre tre partite in campionato e vogliamo tornare in Champions”.

“Sono incredibilmente orgoglioso di questa squadra. Se guardiamo il cammino in Champions League, tutti dicevano che eravamo nel ‘gruppo della morte’ e abbiamo finito per vincerlo sorprendendo tutti. Poi siamo passati attraverso il Barcellona e il Liverpool, e i ragazzi hanno sempre combattuto e contrattaccato” ricorda il presidente giallorosso, lasciandosi andare a una considerazione economica. “Siamo realisti qui, il Real Madrid ha probabilmente tre o quattro volte le nostre entrate, il Bayern Monaco ne ha almeno il doppio se non il triplo, e il Liverpool ha più del doppio dei nostri ricavi. Abbiamo combattuto una battaglia contro le altre semifinaliste con un budget sostanzialmente diverso dal loro, quindi penso che ci meritiamo un sacco di rispetto”.