Urbano Cairo, presidente del Torino, è intervenuto ai taccuini di TuttoSport per parlare in particolare di Gianpiero Gasperini

Calciomercato Torino, N'Koulou

“Pochissimi allenatori sono capaci di valorizzare al massimo i giovani come fa Gasperini. Volevo portarlo al Toro nel 2015, ma era vincolato al Genoa da un altro anno di contratto e quindi purtroppo non è stato possibile prenderlo. Il 4 giugno di quell’anno Ventura venne da me e mi disse che non intendeva continuare a guidare la squadra perché si sentiva stanco e terribilmente spremuto dalla quarta stagione consecutiva sulla panchina granata. Lo invitai a soprassedere e a pensarci bene, ma, nel frattempo, studiai un’alternativa, qualora Ventura non ci ripensasse.

“Nel 2015 poteva venire al Torino”

L’alternativa in quel momento era Gianpiero Gasperini. Lui fu subito entusiasta, ma temeva che i nove anni juventini potessero condizionare l’opinione di una parte della tifoseria. Gli dissi che i tifosi lo avrebbero apprezzato subito, ma Preziosi non volle liberarlo. Ventura tornò dalle vacanze e decise di continuare. L’anno dopo, Gasperini passò all’Atalanta”.