Mattia Perin, portiere del Genoa, è intervenuto in occasione di un evento cittadino per commentare le voci sul suo futuroGenoa Perin Buffon

Ballardini va riconfermato nella maniera più assoluta, poi tocca al presidente scegliere naturalmente. Lui dev’essere l’ancora, il traghettatore, il trascinatore di questa squadra, con lui siamo tutti quanti il meglio di noi. Ha fatto un miracolo, sarebbe da folli non riconfermarlo per la prossima stagione.

Sulla possibilità di giocare la Champions League

Futuro? Non mi nascondo: a 25 anni mi piacerebbe misurarmi con la Champions League, soprattutto vorrei capire se posso meritarmi di giocare su palcoscenici di quel livello. Se dovessi avere l’opportunità, ci penserei seriamente a lasciare il Genoa. È possibile che vada via, ma potrei anche restare, non è detta l’ultima parola. Salvezza? Dopo il Verona non abbiamo festeggiato. È da un po’ che non esultiamo dopo una vittoria perché ci siamo messi in testa di trasformare un brutto campionato in un campionato più che dignitoso. Vogliamo superare la soglia dei 46 punti di due anni fa e possiamo farcela se continuiamo su questa squadra”.