Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa alla fine della vittoria del Napoli contro la Juventus all’Allianz Stadium: gioia e anche un po’ ci commozione per il tecnico toscano

Futuro Sarri | Il tecnico toscano si è mostrato raggiante, responsabilmente euforico verso un popolo che gli ha dato tanto e da cui ha ricevuto molto. “Ho dato una soddisfazione enorme ad un popolo”, ha esordito il tecnico, “questa è la mia sensazione e solo chi c’era ieri la può capire. Nelle ultime partite loro hanno sofferto i momenti di pressione ed è così che abbiamo provato ad impostarla anche stavolta”. Allegri ha detto che se vincerà il Napoli sarà stato lui il più bravo: “Spero che abbia ragione lui”, prosegue il mister azzurro, “loro hanno dominato per 7 anni, hanno uno strapotere tecnico e tattico, oltre che economico”.

Poi, tra le righe, si lascia andare sul proprio futuro: “Non ho mai detto che le mie decisioni che prenderò insieme al presidente arriveranno in funzione dei risultati, saranno un’analisi di me stesso, devo valutare se posso dare il 101%. Napoli è una realtà stancante, sento molto la responsabilità di dare soddisfazioni alla piazza. Se mi rendo conto che non posso più dare il 110%, ho detto che preferirei mollare, sono considerazioni che non incidono minimamente. Il Napoli sarà sempre la mia squadra, se mi chiedono chi hai allenato quando smetterò risponderò il Napoli. Allegri non deve essere preoccupato, preferirei sempre avere un punto in più. Gli scontri diretti sono partite che vivono di episodi, viaggiano su un confine sottile”