Siamo alla vigilia della partita più importante della stagione sia per la Juventus che per il Napoli, forse la più importante della storia recente dei partenopeijuventus allegri

Massimiliano Allegri ha parlato poco fa in conferenza stampa fomentando l’ambiente con stuzzicanti dichiarazioni nei confronti del grande atteso Higuain.

La storia di Higuain

A Napoli non si sono di certo dimenticati del Pipita, nonostante siano passati ormai due anni dal suo passaggio alla Juventus per circa 94 milioni di euro. Infondo come dare torto ai tifosi partenopei: come si fa a dimenticare uno che ha segnato 36 gol in campionato, mai nessuno come lui. L’argentino è arrivato al Napoli nel 2013 per circa 40 milioni di euro, il sostituto di Cavani dai piedi d’oro. In tre stagioni ha collezionato 104 presenze condite da 71 reti. Tanti assiste grande qualità, specialmente nella stagione in cui a guidarlo c’era Maurizio Sarri.

Proprio domani si rincontreranno ancora una volta Higuain e il Napoli: l’argentino da quando è andato alla Juventus ha segnato contro gli azzurri ben 5 volte in 4 partite, insomma non tanta pietà del Pipita nei confronti dei suoi ex compagni.

Queste le parole di Massimiliano Allegri

Il digiuno da gol del Pipita: “Higuain fa questi alti e bassi un po’. E’ in ottima condizione e credo che domani sarà decisivo per la partita. Gli ho fatto una battuta: guarda che ho già pronto una statuetta se il Napoli vince lo scudetto”.