Milan, Gattuso ha parlato dopo il pareggio che forse estromette del tutto i rossoneri dalla corsa Champions.

Milan, Gattuso | Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il pari dei rossoneri all’Olimpico di Torino. “Mi e’ sembrato un Milan stanco negli ultimi 20 minut?. E’ un problema che ci portiamo dietro da un po’ di tempo a questa parte. Anche in occasione del gol ci sono degli errori di marcatura. Pero’ il Torino non ha rubato nulla. Poteva anche vincerla. Come noi, al 93esimo con Abate. Dobbiamo capire come chiudere le partite. Pochi gol? Mettiamoci d’accordo. A volte vengo criticato perche’ gioco con 2 punte, poi perche’ gioco con una. La cosa importante e’ lo sviluppo del gioco. Quando arrivi devi far male agli avversari e tratti non lo facciamo. Ma non e’ colpa solo dei giocatori. Da quando sono arrivato io abbiamo incontrato quasi tutte le squadre. Sicuramente e’ anche demerito mio e del mio staff nel non mettere i giocatori nelle condizioni di fare al meglio quando arrivano davanti al portiere. Un mini-campionato da qui alla fine? Dobbiamo pensare gara dopo gara. Abbiamo una finale di coppa e la corsa per l’Europa League. Non dobbiamo sbagliare e continuare a dare continuita’ di risultati. Dobbiamo imparare a saper soffrire di piu’ e a tenere meglio il campo. Forse avremmo avuto qualche punto in piu’ in campionato”.

“Il calcio a volte si viene giudicati perche’ non vinci le partite. Ma io credo che stiamo giocando meglio ora di quando vincevamo le partite. La nostra e’ una squadra viva. Nei singoli c’e’ un po’ di stanchezza, ma ci sta. Adesso pensiamo a fare quello che dobbiamo fare. Negli anni una partita cosi il Milan l’avrebbe persa. Accontentiamoci”.