Il PSG si è laureato di nuovo campione di Francia, battendo per 7-1 proprio quel Monaco che ha detronizzato gli sceicchi un anno fa

PSG Campione di Francia |  Al primo posto, i campioni di Francia ci sono saliti già alla terza giornata. E da lì non sono più scesi, trascinati da Neymar, mister 222 milioni, assente però stasera, sempre in convalescenza in Brasile. Ma su questo scudetto, il settimo per i parigini, il quinto dell’era Qatar, hanno fatto la differenza le sue giocate, i suoi gol (19) e i suoi 13 assist. E anche il contributo di Mbappé, costato 180 milioni versati proprio al Monaco. Il francesino, malato e rimasto in panchina, ha ripagato la fiducia con 13 gol e 7 assist, e un’infinità di spunti che hanno finito per valorizzare anche Cavani, di nuovo capocannoniere. Come lo scorso anno, quando però poi dovette rinunciare allo scudetto.

Delusione Champions

Un titolo che quest’anno si somma alla supercoppa nazionale e alla coppa di Lega, vinte sempre a spese del Monaco, e probabilmente anche alla Coppa di Francia a portata. Successi che non bastano per dimenticare la delusione di Champions. L’emiro del Qatar in fondo aveva speso 402 milioni proprio per trionfare in Europa. Dove Emery ha fallito uscendo per il secondo anno consecutivo agli ottavi. Toccherà al tedesco Tuchel andare di nuovo all’assalto del trofeo continentale. Nel frattempo i tifosi del Psg si godono il trionfo patrio, ricamato stasera dalle doppiette di Lo Celso e Di Maria, da un gol di Cavani, che eguaglia le 113 reti di Ibrahimovic in Ligue 1, da un’autorete simbolica di Falcao, e dal sigillo finale di Draxler.