Napoli, Aurelio De Laurentiis: “in cinque anni investirò 120-150 milioni per stadio e centro d’allenamento. Se Sarri vuole andare, non posso oppormi”

Napoli De Laurentiis Sarri

Napoli De Laurentiis Sarri | A margine dell’evento di presentazione del campionato di Formula E, tenutosi al Voice Bistrot di Roma, i colleghi del Corriere dello Sport hanno intervista il patron azzurro, Aurelio De Laurentiis, e ovviamente si è finito per parlare di Napoli e dil lotta scudetto.

Napoli: De Laurentiis sul futuro di Sarri e la lotta alla regole

C’è una clausola di 8 milioni. Se qualcuno dovesse pagarla e lui volesse cambiare aria, io non posso oppormi, è nel contratto. Lui sa che il Napoli non può andare oltre certi limiti di fatturato, noi però stiamo lottando per cambiare le regole del calcio. Da quando sono arrivati gli arabi nel calcio si vedono cifre folli. Bisogna rivedere tutto. Nei prossimi cinque anni dovrei infatti investire 120-150 milioni per il nuovo stadio e un nuovo centro d’allenamento, e c’è da capire se Napoli è capace di fatturare tanto da giustificare questi investimenti”.

Chi vincerà lo scudetto?

Chi non perde più, da qui alla fine, molto probabilmente vincerà lo scudetto. Non dispiacerebbe invece uno spareggio, che farebbe miliardi di spettatori. Abbiamo scoperto di avere 80 milioni di support nel mondo e stiamo lavorando per creare un network che li metta insieme, e mancano i numeri della Cina. Quest’estate infine nessuna tournée, ma abbiamo già in calendario un’amichevole con il Liverpool a Dublino il 4 agosto”.