Notizie Juventus, l’osservatore: “Terzino sinistro? Prendi Tierney, è il nuovo Evra”

sicura Nicola Liguori, fidato scopritore di talenti del dirigente Pierpaolo Marino e ora osservatore anche per Tuttosport. ha parlato del suo terzino sinistro ideale:

Ultime Juventus: il terzino sinistro ideale

«!ualche scommessa abbastanza garantita esiste in giro per l’Europa».

A chi si riferisce?

«A Kieran Tierney. E’ un mancino scozzese del ‘97, gioca nel Celtic. Non è ancora un big, ma possiede i mezzi per diventarlo».

Cosa la convince di Tierney?

«La prima volta l’ho visto nel settembre 2016 all’Old Firm, il derby tra Celtic e Glasgow Rangers. Un match di una intensità mostruosa: sette ammoniti, un espulso… All’interno di questo clima da battaglia britannica c’era un ragazzotto, all’epoca di 19 anni, che possedeva una tecnica latina che non aveva nulla a che vedere con tutti gli altri. Questa partita mi ha fatto accendere una luce su Tierney, che poi ho visionato 6-7 volte tra campionato, Champions e Nazionale».

In Europa si è confermato?

«Mi ha fatto una buona impressione contro il City di Guardiola e se l’è cavata alla grande anche nel duello contro Robben. Palcoscenico opposto a quello del campionato scozzese, ma stesso Tierney».

Che tipo di terzino è?

«Per certi versi ricorda l’Evra dei primi anni al Manchester United. Tierney è un mancino puro, dotato di ottima tecnica. Spinge e si sovrappone con continuità. Quando prende palla e punta l’avversario diventa devastante (74,3% i dribbling riusciti, dati Wyscout). Crea quasi sempre situazioni di superiorità numerica che poi rifinisce con cross in area invitanti: 29,5% quelli riusciti complessivamente (in Champions la percentuale è del 36,4%; Marcelo del Real Madrid viaggia al 32,1%). Parliamo di un 20enne che nelle ultime tre stagioni ha totalizzato 29 assist: 8 nel 2015-16 e 12 nel 2016-17. In quella attuale, nonostante il problema al polpaccio che lo ha rallentato nelle ultime settimane, è a quota 9. È pure un laterale che qualche gol lo segna, soprattutto tirando dalla distanza».

Caratterialmente com’è?

«Ragazzo di grande temperamento, molto scozzese».

Voto alla fase difensiva?

«È affidabile, tanto che in emergenza viene impiegato pure nella retroguardia a tre. Tierney negli interventi è sempre deciso ed efficace. Individualmente difende bene, ma sicuramente in un campionato più tattico come quello italiano dovrebbe migliorare nel “lavoro di reparto”».

Altri difetti da correggere?

«Deve progredire nel gioco aereo».

In quale squadra lo vedrebbe meglio in futuro?

«Per Tierney il salto di qualità più logico sarebbe l’approdo in un top club della Premier. In Inghilterra sarebbe facilitato per una questione di lingua e abitudini simili. Però ha tutto per esplodere anche in una big italiana: in questo caso servirebbe un po’ più di pazienza per consentirgli di adattarsi a un calcio più tattico. Il percorso ideale per lui sarebbe quello che ha compiuto Alex Sandro alla Juve ai tempi dell’alternanza con Evra: primo anno “dietro” a un giocatore esperto e poi esplosione graduale».

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui