Michele Criscitiello rincara la dose nel dayafter di Real Madrid – Juventus, prendendo le difese di Gianluigi Buffon e delle sue tesi non convenzionale

Buffon Real Madrid Juventus | Michele Criscitiello va controcorrente e difende Gianluigi Buffon, preso a bersaglio dal pubblico e dai media per le sue dichiarazioni al termine della sfida che visto l’eliminazione dei bianconeri dalla Champions League. “La vittoria di ieri resta importante perché nessuno ha mai vinto 3-0al Bernabeum per quanto mi riguarda è un 3-0 in casa del Real Madrid in Champions League. Nella Liga, invece, aveva fatto qualcosa di meglio il Barcellona al Bernabeu. Complimenti alla Juventus che ci riproverà l’anno prossimo. Peccato per la gara d’andata, dove la squadra poteva fare certamente meglio. Quella è stata una macchia, purtroppo, ma è dalla gara di ritorno del Bernabeu che bisogna ripartire in chiave Champions”.

Sul fallo di Benatia

“C’è da dire oggettivamente che l’intervento di Benatia è stato scomposto, ma quel rigore al Bernabeu, sul 3-0, non si può dare: non perché non ci sia, ma perché devi avere la prova provata. Se l’arbitro deve decidere una partita del genere, il rigore deve essere solare. E se oggi, dopo 24 ore, stiamo ancora discutendo su questo episodio, sicuramente non è stato solare. Il rigore può esserci, può non esserci, discutiamo, ma sicuramente non è solare. E in quella circostanza, un rigore così lo dai solo se è solare”.

A difesa di Buffon

“È inutile che tutti facciano i professori, parlando di reazione scomposta. Solo chi non fa calcio, può fare il professore con la cattedra. Secondo me, Buffon ha reagito come reagiscono tutti gli esseri umani che hanno un po’ di sangue nelle vene. Se queste cose le avesse dette dopo due giorni, potevano essere un po’ fuori tono, ma dette a caldo no. Al massimo poteva non parlare a fine partita, ma sono del parere che abbia fatto bene, è uscito quello che aveva dentro e sinceramente preferisco un Buffon vero, anziché tante dichiarazioni finte e di facciata