Juve, Agnelli tuona: “Serve il Var, italiane vittime! L’arbitro sarà dispiaciuto quando…”Agnelli juventus caso ultras

Juve Agnelli tuona Var | Juve, Agnelli tuona: “Serve il Var, italiane vittime! L’arbitro sarà dispiaciuto quando…” Nel post partita di Real Madrid-Juventus, quarti di finale di Champions League, il presidente bianconero Andrea Agnelli ai microfoni di Mediaset Premium ha discusso principalmente della decisione dell’arbitro del rigore concesso all’ultimo minuto agli spagnoli.

Agnelli e il Var

“Bisogna rimanere tranquilli e analizzare la situazione per come va analizzata. Oggi abbiamo una serie di Paesi che hanno implementato il Var e nelle partite recenti è evidente che le squadre italiane siano state vittime di tanti episodi, come il fallo su Cuadrado all’andata, il Milan contro l’Arsenal o la Lazio con la Dynamo Kiev. Qui non si tratta di un gol o non gol, ma di andare avanti o meno in una competizione. Per quanto riguarda il fatto delle tante italiane colpite, va fatta una riflessione sulla vanità del designatore, che per non favorire squadre della sua stessa nazionalità finisce per punirle. Dovrebbe essere cambiato ogni due/tre anni. È il momento che ci sia anche il Var nelle coppe. Stasera riguardando le immagini, chi tornerà a casa dispiaciuto sarà proprio l’arbitro: un arbitro non è mai contento di commettere un errore così”.

L’espulsione di Buffon

“L’arbitro non ha saputo gestire la situazione, è stato un infortunio e un arbitro che va in confusione prende una seconda decisione eccessiva. Un arbitro deve conoscere il contesto, le scelte della gara di andata, i momenti vanno capiti. Lì è stato in un momento di confusione totale, la consapevolezza dei ragazzi, si può perdere in casa 3-0 e vincere fuori 3-0, non esistono difese che funzionano o no, ci sono cose che funzionano o meno, come la parata di Gigi su Isco, oggi l’arbitro non ha capito nulla”.