Il presidente dello Sporting Lisbona sospende 19 giocatori dopo la sconfitta subita in Europa League per mano dell’Atletico Madrid. “Sono solo dei ragazzi viziati”, le parole del patron Bruno de Carvalho

Presidente sospende i giocatori | Ben 19 calciatori dello Sporting Lisbona sono stati sospesi con effetto immediato dal presidente Bruno de Carvalho. Una decisione presa dopo che questi avrebbero firmato il seguente comunicato: “Siamo rammaricati per le dichiarazioni del presidente al termine della partita di Europa League, persa contro l’Atletico Madrid. Ci saremmo aspettati parole di appoggio invece di colpevolizzare la squadra sui social. I problemi si risolvono restando uniti”.

Questo lo sfogo scritto dal portiere Rui Patricio e firmato da quasi l’intera rosa, che non è andato proprio giù al presidente che ha subito risposto con la sospensione immediata dei seguenti calciatori: Rui Patricio, William Carvalho, Coates, Coentrao, Gelson, Piccini, Acuña, Battaglia, Bryan Ruiz, Bruno Fernandes, Montero, Ristovski, Wendel, Rúben Ribeiro, Doumbia, Bruno César, Podence, Palhinha e Leao.

Per il presidente dello Sporting Lisbona sono solo dei ragazzi viziati

“La mia pazienza ha un limite e questa volta è stata raggiunta. Sono solo dei ragazzi viziati, che credono di essere inattaccabili e più importanti del club”. Insomma c’è aria di tempesta a Lisbona. Sporting che in campionato è terzo a meno sei dalla capolista Benfica.

 

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui