Si giocano oggi tre dei recuperi 27ª giornata di Serie A, rinviata a causa della scomparsa di Davide Astori: in campo Genoa-Cagliari, Udinese-Fiorentina e Atalanta Sampdoria

risultati serie a recuperi 27ma giornata

Risultati Recuperi Serie A 27ª giornata | Alle 18:30 sono iniziate le prime tre partite tra le sette in totale da recuperare. Nessuno scontro di vertice, in quanto Napoli e Juventus furono impegnate il giorno prima della tragica scomparsa di Davide Astori ed il Derby di Milano è previsto per mercoledì alla stessa ora. Di scena quindi la Sampdoria che vuole ritrovare la vittoria su un campo difficilissimo come quello di Bergamo. Fiorentina impegnata ad Udine nel tentativo di prolungare invece una striscia positiva di risultati che dura da quasi 2 mesi. “Derby” tra rossoblu tra Cagliari e Genoa.

Atalanta-Sampdoria 1-2

Piove a dirotto a Bergamo, dove a sbloccare la partita è un gol di Caprari, bravo ad approfittare di un svista clamorosa della difesa atalantina: Castagne buca l’intervento e Toloi si fa saltare facilmente dall’attaccante che poi batte Berisha con un tocco di sinistro. Il difensore brasiliano dell’Atalanta però si fa perdonare al 67′, quando insacca in rete dopo un rimpallo in area di rigore. A Bergamo però sembra Natale: non tanto per il tempo, ma per i regali che la difesa nerazzurra fa agli attaccanti doriani. All’84’ infatti Zapata firma il raddoppio blucerchiato, battendo il portiere in uscita, dopo un retropassaggio avventato.

Udinese-Fiorentina 0-2

A Udine continua il momento ‘no’ dell’Udinese, che risalta ancor di più se comparato al cammino della Fiorentina, che ha trovato la sua dimensione e sta rincorrendo un posto per i preliminari di Europa League. Decidono il rigore di Veretout al 29′ e lo splendido gol di Simeone, che al 79′ controlla in area un pallone difficilissimo e batte Bizzarri di destro.

Genoa-Cagliari 2-1

A Genova succede tutto nel secondo tempo: passa in vantaggio il Genoa con Lapadula al 55′, con l’attaccante che batte Cragno di testa su cross di Hiljemark. Da quel momento però il Cagliari si getta in avanti ad accumula metri e gioco, fino a trovare il pareggio con Barella su calcio di rigore al 62′ (fallo su Faragò). Gli ospiti continuano inaspettatamente a fare la partita ma alla fine è il Grifone a prevalere, grazie ad un gol allo scadere di Medeiros: spettacolare il tiro a giro del portoghese