Mauro insiste: “Eliminare il Var non sarebbe un passo indietro”

| 07/03/2018 18:00

Mauro insiste: “Eliminare il Var non sarebbe un passo indietro” massimo mauro

Mauro Eliminare Var | Mauro insiste: “Eliminare il VAR non sarebbe un passo indietro”. Nella giornata di ieri, il numero uno dell’Associazione Italiana Arbitri, Nicchi, ha palesato alcuni dubbi sull’utilizzo del Var nella prossima stagione. Sta di fatto che il dibattito, a tratti stucchevole, sull’utilizzo del Var continua nonostante i benefici che ha portato in tante partite del campionato di serie A. Sono tanti gli episodi valutati in maniera erronea dagli arbitri, prima che gli stessi, visionate le immagini al monitor ritornassero sui propri passi. Episodi ed errori arbitrali che avrebbero cambiato le sorti del match, e chi di conseguenza avrebbero apportato qualche variazione in classifica. Nonostante gli effetti positivi siano sotto gli occhi di tutti, c’è chi non vede nell’eliminazione del Var un passo indietro.

La posizione di Massimo Mauro

Massimo Mauro, ex calciatore, ha attaccato nuovamente il VAR ai microfoni di Radio 24, nel corso di Tutti Convocati: “Il Var funziona sul fuorigioco e su qualche fallo clamoroso in aria. Lo posso accettare questo, ma sulle altre situazioni non ha senso. Adesso commentiamo non solo gli errori in campo, ma anche gli errori di quelli al monitor. Il calcio è diventato un altro sport, la tecnologia ha tolto l’emozione del campo. Togliere il Var non sarebbe un tornare indietro. Se deve dare un senso di giustizia dovrebbe intervenire su tutto, tutti gli episodi di una partita”.


Continua a leggere