Udinese, Oddo: “Abbiamo regalato due gol giocando alla pari”

| 17/02/2018 18:36

Ultime Udinese, Oddo dopo la sconfitta con la Roma

Massimo Oddo,tecnico dell’Udinese, ha commentato la sconfitta rimediata contro la Roma nel corso di un’intervista concessa a Premium Sport:

Ultime Udinese, le parole di Oddo

“Abbiamo regalato due gol, abbiamo giocato alla pari e creato tante occasioni, nel primo tempo abbiamo fatto 3-4 ripartenze pericolosissime ma abbiamo sbagliato la decisione finale. Abbiamo avuto 2-3 occasioni grandi come quella di Perica, ci è mancata lucidità, abbiamo regalato due gol e questo è il nostro difetto più grande”.

Calo fisico? “Chi non vedo determinato, va in tribuna e non c’è problema. Noi non abbiamo nessun calo, davanti c’era la Roma. Non dimentichiamolo. La squadra è in costante crescita, dobbiamo eliminare gli errori gravi, serve impegno e testa fino alla fine, chi non ci sta, viene lasciato da parte. Quando c’è un calo fisico, la tecnica degli avversari ti fa girare a vuoto. Nella ripresa la Roma ha avuto più supremazia territoriale però il match è stato equilibrato”.

Barak in calo? “Non sono deluso da Barak, sono deluso per i due gol regalati”.

Ünder? “È un giocatore forte e di personalità, ma se lo aggredisci con cattiveria la palla non passa sotto le gambe in occasione del gol. Non è un bronzo di Riace, ma può rivelarsi utile per la Roma, in occasione del suo gol bisogna attaccarlo con cattiveria, una squadra di Serie A deve saperlo”.

Obiettivi? “Io sono arrivato a Udine con tre punti sulla retrocessione, ora ne abbiamo 16 di vantaggio. Come ho detto prima, chi non ha motivazioni non gioca, poi è un problema mio darle. Noi ci divertiamo, perché non dovremmo averle? Non ci siamo mai posti obiettivi, il sogno era l’Europa ma resta un sogno, non dobbiamo fossilizzarci sul fatto che perdendo contro la Roma è finito tutto, dobbiamo eliminare gli errori”.

Rinnovo? “Non ho nessun accordo, sono venuto qui per lavorare bene, ora devo arrivare bene a fine anno e non ci penso”.

udinese, oddo


Continua a leggere