Ultime Genoa: le parole di Perin

Mattia Perin, portiere del Genoa, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a Primocanale:

 “In questo periodo penso solo a due cose: la nascita di mia figlia Vittoria, che arriverà tra qualche giorno, e la salvezza del Genoa. Dobbiamo raggiungere il prima possibile la tranquillità, facendo 40 punti o forse anche un po’ meno, 37 o 38. Ma noi vogliamo farne di più.

Lazio? Non sarà facile ma se proprio devo dirlo mi sento che vinceremo noi”. 

Perin sulla difesa del Genoa

“I difensori si danno un gran da fare, mi fanno arrivare davvero pochi tiri in porta. Ora dobbiamo essere più cinici sotto porta. Ma i gol sono sicuro che arriveranno. Con Rossi, Pandev, Lapadula, Galabinov e Taarabt abbiamo qualità da vendere. Spero che i gol arrivino, perché ci servono.

Questa maglia è importante, è quasi l’unica che ho avuto in carriera. Quello che sono è grazie al Genoa, la famiglia Preziosi mi ha dato tanto. In passato ci sono stati contatti, ma il destino ha sempre voluto che rimanessi qui. I tifosi sono la nostra benzina, spero continuino a darci una mano, speriamo di poter fare sempre più punti in casa perché gli scontri diretti si giocano tutti al Ferraris. Saranno davvero il nostro carburante”.

Perin sulla Nazionale

“Gigi è un mostro sacro, bisogna vedere quando deciderà di ritirarsi. Lo deciderà lui. Con Donnarumma non vedo questa contrapposizione, ci sono portieri bravi al Cagliari, alla Spal e al Sassuolo. Mi fa piacere, la competizione aiuta tutti a superare i limiti. Quando smetterà Gigi me la giocherò anch’io“.

Perin, Genoa