Bologna, Palacio: “Capisco i tifosi del Napoli, Verdi avrà altre possibilità”

| 25/01/2018 09:05

Bologna, Palacio alla Gazzetta dello Sport

Per il Bologna, Palacio è ormai diventato un elemento insostituibile. Titolare del tridente d’attacco completao da Verdi e Destro, l’argentino s’è raccontato in un’intervista alla Gazzetta dello Sport di cui vi proponiamo uno stralcio.

Bologna, palacio

 

 

 

Palacio, cosa si prova a giocare mentre in tribuna Maradona tifa per te?

«È speciale. In quel periodo Diego veniva quasi sempre alla Bombonera. La sua presenza dava motivazioni incredibili».

In Italia lei non ha vinto nulla ma ha quasi sempre mostrato grandi cose. Qual è stato il Palacio migliore?

«Al Boca ero più giovane e veloce, con meno esperienza, forse avrei potuto fare di più. In Italia sono cresciuto tanto a livello tattico, nel Genoa e nei primi due anni all’Inter ho giocato bene. Ma sa qual è la verità? Io non sono un campione, non sono un giocatore fortissimo. Però sono contento di quello che ho fatto. Mi dispiace non aver vinto nulla in Europa, ma vincere non è per tutti».

A Napoli Verdi troverà un’accoglienza particolare.

«Succede… Loro sono arrabbiati perché Simone ha deciso di restare qui, ma ha fatto la sua scelta ed è felice. A fine campionato avrà altre occasioni».

Capitolo Inter: il ricordo più bello?

«Il gol decisivo nel derby. Poi il gol allo Stadium quando finì 3-1 per noi: fummo i primi a vincere lì. Roba per pochi».

 

 

Rodrigo, lei non è più un bimbo. Fino a quando giocherà?

«Non lo so. Un giorno mi dico che smetto, quello dopo che vado avanti ancora. In fondo sono più giovane di Buffon…».


Continua a leggere