Juventus, Marchisio potrebbe salutare: lo vogliono in MLS

| 15/01/2018 08:25

Juventus, Marchisio e l’ipotesi di addio

Juventus, marchisio

Juventus, Marchisio potrebbe chiudere la sua avventura in bianconero. Lo scarso impiego (dipeso anche da problemi fisici) allontana il Principino dal “suo” regno. Non era certo nei suoi programmi guardare oltre Vinovo, dove ha pure scelto di vivere, a due passi dal centro
di allenamento, e mettere su attività extra calcistiche (un ristorante di sushi). Non sempre però i desideri durano all’infinito e, sebbene a malincuore, Marchisio a fine stagione tirerà le somme dell’ultima annata. Che avrebbe dovuto essere quella del rilancio dopo il
difficile recupero dal grave infortunio e che invece sta scivolando via tra nuovi problemi fisici e uno spazio in campo difficile da conquistare, ormai titolare soltanto in Coppa Italia. L

La concorrenza a centrocampo è agguerrita e neppure allargando a tre i posti a disposizione il Principino sa di poter giocare dal primo minuto visto che nelle gerarchie
di Massimiliano Allegri lo precedono PjanicKhedira e Matuidi. E se poi quest’estate arriva Emre Can Can, allora lo spazio si restringerebbe ulteriormente. Così, le prospettive del Principino alla Juventus restano quelle di un gregario di lusso: per carità, in una
squadra impegnata sempre su più fronti, servono forze fresche quando bisogna giocare ogni tre giorni e il tecnico è costretto ad applicare il turnover, ma certo Marchisio sperava di continuare a essere protagonista e non un semplice comprimario.

Juventus, Marchisio e le possibili destinazioni

Di certo a gennaio il centrocampista, che venerdì festeggia i 32 anni, non si muove, semmai la scelta di dire addio alla Juventus avverrà in estate. Riflettendo sulle possibile destinazioni, un’esperienza oltre oceano non la scarta a priori. Anzi. Dopo aver sostituito
Pirlo come regista della Juventus, Marchisio potrebbe seguirne le orme anche negli
Stati Uniti trasferendosi nella Major League Soccer dove ritroverebbe Sebastian
Giovinco, un vecchio amico ed ex compagno in bianconero. Prima però di
un’esperienza americana, che potrebbe essergli utile anche per quando smetterà
con il calcio, il Principino insegue nuovi successi: nel mirino c’è il settimo scudetto consecutivo e, soprattutto, una Champions che gli è sfuggita due volte.

Fonte: Tuttosport


Continua a leggere