Juventus, Capello: “Napoli pericoloso senza Champions ma i bianconeri…”

| 14/01/2018 07:45

Juventus, Capello in esclusiva a Tuttosport

juventus, capello

In casa Juventus, Capello è un nome sempre importante. Il tecnico nativo di Pieris, attualmente alla guida dello Jiangsu Suning, ha legato gli anni più belli della sua carriera alla compagine bianconera. Sia da giocatore, dal 1970 al 1976, che da allenatore dal 2004 al 2006. Oggi l’ex Ct di Russia ed Inghilterra guarda da lontano, ma con interesse, le vicende della Vecchia Signora e ne ha parlato in esclusiva ai microfoni di Tuttosport.

Juventus, Capello su Allegri

“Sicuramente siamo entrambi pragmatici. Allegri è abile a cambiare in base alla partita e pure all’interno dei novanta minuti. Varia l’assetto della sua Juventus a seconda dei giocatori che ha a disposizione e che intende schierare. Modificare il sistema di gioco non è facile né per l’allenatore né per i giocatori e questo significa che Allegri è molto bravo 
anche a far capire ai suoi ragazzi quello che vuole”.

Juventus, Capello sul duello col Napoli

“Il Napoli, non avendo più la Champions League, è pericoloso. Però la Juventus ha dalla sua l’abitudine a vincere, la mentalità e una rosa di eccellente qualità”.

Juventus, Capello su Ibrahimovic

“Era giovane, Zlatan, ma voleva sempre migliorarsi. I campioni sono così, penso
a tutti quelli che ho avuto la fortuna di allenare: Maldini, Baresi… Più sono forti e più sono dei lavoratori. Pure Van Basten era uno che mi chiedeva di svolgere degli esercizi supplementari”.

Juventus, Capello su Dybala

“E’ un giocatore con un bel potenziale e secondo me lo stanno gestendo bene
alla Juventus”.

Juventus, Capello sul Var

“Giudicano sempre gli arbitri. Io una ho una mia idea, una proposta. Per migliorare l’utilizzo della tecnologia, accanto all’addetto al Var metterei un allenatore, in modo
tale da avere una visione più completa. Gli arbitri sono un mondo a parte, penso
che affiancandogli un tecnico con esperienza in panchina si otterrebbero ulteriori progressi”.

 


Continua a leggere