Figc, l’ex presidente Tavecchio condannato dalla “politica”

| 21/11/2017 17:10

L’edizione odierna del Corriere della Sera si sofferma sul motivo della scelta dell’addio di Tavecchio alla presidenza della FIGC

Il vero tradimento è politico. Lo pensa e lo dice: “Hanno fatto pressioni inimmaginabili sulla mia vecchia Lega” e qui il riferimento non è solo a Malagò, ma soprattutto a Luca Lotti. Si vocifera di una telefonata ieri mattina del ministro dello Sport allo stesso Sibilia durante il Consiglio direttivo dei Dilettanti, più spaccato che mai. E qui la storia del nostro calcio prende una piega diversa. In conferenza Tavecchio spiega bene cosa è accaduto nell’ultima notte di passione dopo che aveva ribadito, anche attraverso una nota all’Ansa, di non volersi dimettere.


Continua a leggere