Tardelli: “Profondamente deluso da Verratti, assurdo che Insigne sia rimasto fuori”

| 12/11/2017 15:10

Intervistato dai colleghi de Il Tempo, Marco Tardelli, ex centrocampista della Nazionale, ha commentato la brutta prestazione degli azzurri contro la Svezia.

Le parole di Tardelli:

“Agli Azzurri è mancata la rabbia. L’Italia ha fatto una partita ben al di sotto di quella che sarebbe stata necessaria per tornare a casa dalla Svezia con un risultato positivo. Ho visto una squadra lenta, prevedibile, che ricorre sempre ala passaggio indietro. Poche idee e confuse. Arbitraggio? Io ho visto una partita normale, come l’ha vista l’arbitro che ha estratto pochi cartellini gialli. Si giocava la qualificazione ad un Campionato del Mondo, mica alla partita del cuore. Italia spaventata dall’aggressività degli svedesi? Ma non scherziamo. Qualcuno vuole farmi credere che Bonucci, Chiellini e De Rossi, tanto per fare un esempio, sono giocatori che si lasciano impaurire da una spallata un po’ più energica? La verità è che gli svedesi hanno giocato con grinta e tanta rabbia. L’opposto dell’Italia. Sono stato profondamente deluso da Verratti. Non è mai entrato in partita ed è stato molto ‘scolastico’. Anche Parolo non mi è piaciuto. Non è stato all’altezza. Se l’Italia scende in campo come fatto in Svezia meglio lasciar perdere. Ci vuole forza, carattere concentrazione, ma soprattutto tanta voglia. Farei giocare Insigne, non capisco come abbia fatto il ct a lasciarlo fuori dall’undici titolare”.


Continua a leggere