Hellas Verona-Inter, ecco i voti della Gazzetta dello Sport

| 31/10/2017 07:41

Per il posticipo Hellas Verona-Inter, i voti della Gazzetta dello Sport chiariscono in maniera alquanto precisa le prestazioni dei vari singoli. Vittoria importante quella raggiunta dalla squadra nerazzurra che torna al secondo posto, a -2 dalla vetta.

Hellas Verona-Inter, i voti della Gazzetta dello Sport

Hellas Verona

TOP – Cerci 6.5: ha la palla buona sul sinistro ma Miranda respinge. Indemoniato dopo l’intervallo, giocate di qualità e anche tanta quantità. Sinistro di poco alto dai 20 metri, si procura il calcio di rigore.

FLOP – Fossati 5.5: un inizio convincente nelle due fasi. Perde invece contatto visivo con Borja Valero in occasione del gol che apre la partita. Cala vistosamente alla distanza e l’Inter guadagna metri là in mezzo.

L’ALLENATORE – Pecchia 6: Verona aggressivo, senza timori e di fatto concretamente in partita fino in fondo. La squadra mostra anche una discreta salute fisica. Viene fischiato a prescindere: ingiusto.

Inter

TOP – Perisic 7: sinistro da lontanissimo fuori bersaglio, quindi trova un corridoio da manicomio per Icardi che spreca. Destro sporco da buona posizione, ma si fa perdonare con la cannonata del 2-1.

FLOP – D’Ambrosio 4.5: leggerezza pazzesca quella che porta al calcio di rigore dell’1-1. Serata terribile, da dimenticare. Incerto più volte sia in fase di contenimento sia in fase di rilancio dell’azione.

L’ALLENATORE – Spalletti 6.5: c’è la sua firma nella miglior partenza di sempre dell’Inter nell’era dei tre punti. Da apprezzare la capacità di reazione della squadra, meno convincente questa volta la gestione della palla.


Continua a leggere