PSG, Verratti: “Non sono rimasto per soldi, altri club mi offrivano di più”

| 21/10/2017 12:40

In un’intervista a L’Equipe, Marco Verratti ha parlato della tribolata estate che lo ha visto protagonista di numerose voci di mercato. Il mediano ha chiarito la sua decisione di restare a Parigi, nonostante la corte del Barcellona.

Le parole di Verratti

“A dire il vero, per la prima volta da quando sono qui mi sono chiesto se rimanere. Poi mi hanno rassicurato sul progetto e sulle ambizioni, vincere qualcosa col Psg sarà sempre diverso che altrove e qui mi trovo benissimo. La scorsa stagione abbiamo vissuto dei momenti complicati, ci volevano campioni in tutte le competizioni ma abbiamo avuto a che fare con avversari che erano più “squadra” di noi. Non mi aspettavo di passare un’estate così, molte cose che sono successe non mi sono piaciute, soprattutto il comportamento delle persone al mio fianco, che hanno pensato a se stesse e non a me. Non è vero che ho detto alla società di volermene andare”. “Quando è arrivato il nuovo ds Henrique, sono rientrato dalle vacanze per capire come stessero le cose. Già dopo il primo incontro gli dissi che sarei rimasto. A prescindere, quindi, dagli acquisti di Neymar e Mbappe’, che in quel momento non sapevo nemmeno che avrebbero firmato. La gente pensa che gioco al Psg per soldi ma si sbagliano. C’è chi, la scorsa estate, avrebbe speso 100 milioni per avermi e mi avrebbe garantito un ingaggio più alto. Anche Neymar avrebbe guadagnato di più al Manchester City o al Chelsea. Però, ha firmato per il Psg: evidentemente il progetto della società lo ha convinto, così come ha convinto me”.


Continua a leggere